ISTANZA-APPELLO AI COMANDANTI FF.AA. E FORZE DI POLIZIA, DI FEDELTÀ E DIFESA DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA

trieste-fotodilucascantamburlo2005

download LETTERA ISTANZA_APPELLO POLIZIA
download LETTERA ISTANZA_APPELLO FFAA GdF CC

“[…] E’ infatti nel momento del bisogno che si concretizza il fine supremo delle Forze Armate, ultimo baluardo per la salvaguardia della vita e della Nazione”

tratto da “Ordine del giorno all’Esercito”,
Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito
Gen. Corpo d’Armata Salvatore FARINA

159.mo Anniversario Costituzione EI, Roma, 04 maggio 2020

Considerata la gravità della situazione sociale, occupazionale ed economica italiana a seguito dello stato di eccezione emergenziale sanitaria deliberata in Italia sin dal 31 gennaio 2020 (epidemia/pandemia COVID-19), nel rispetto del dettato costituzionale (art. 1,21,52,54 Costituzione) e sempre ai sensi del IV comma dell’art. 118 Costituzione (principio di sussidiarietà orizzontale), così come già proposto da noi in passato nei confronti di altre articolazioni dello Stato (Ministeri) od enti locali (Sindaci e Regione), abbiamo deciso di promuovere una azione civile ad adesione libera e spontanea, per cittadini, comitati ed associazioni, preparando la bozza di una lettera appello da indirizzare ai Comandanti delle Forze di Polizia italiane, dell’Arma dei Carabinieri e dell’Esercito italiano. Lettera con la quale i cittadini possono indicare alcuni vizi di incostituzionalità e una sospetta violazione del principio di legalità da parte di organi dello Stato; ed al contempo ricordare con questa lettera anche il giuramento di fedeltà alla Repubblica italiana e l’osservanza con disciplina ed onore dei principi e doveri della Costituzione della Repubblica, per i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche. 

Essendo una lettera appello più che istanza, si suggerisce di scrivere per posta cartacea, o al limite via email
————–
POLIZIA
* Egregio Signor Capo della Polizia di Stato
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Dottor Franco GABRIELLI
Dipartimento Pubblica Sicurezza – Segreteria
00184 Piazza del Viminale, 1 Roma (RM)
————–

FORZE ARMATE

* Egregio Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri
Gen. Corpo d’Armata Giovanni Nistri
Ufficio Stampa del Comando Generale
Viale Romania 45, 00197 Roma

* Egregio Comandante Generale della Guardia di Finanza
Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana
L’Ufficio Centrale per le Relazioni con il Pubblico
Viale XXI Aprile 51, 00162 Roma

* Egregio Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano SME
Generale di Corpo d’Armata Salvatore FARINA,
Stato Maggiore della Difesa, Palazzo Esercito
Via XX Settembre 123/a – 00187 ROMA

* Egregio Gen. Corpo d’Armata Federico BONATO,
Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri
e del Comando Operativo Esercito in Roma.
Stato Maggiore della Difesa
Palazzo Esercito
Via XX Settembre 123/A – 00187 Roma

* Egregio Generale di Corpo d’Armata Agostino Biancafarina
Uffici Relazioni con il Pubblico
Comando Militare della Capitale, Caserma “Scipio Slataper”.
Via Scipio Slataper, 2 – 00197 Roma


Può essere utile inviare ai Sindacati di Polizia ed alle rappresentanze militari
una copia della lettera istanza-appello, soltanto per conoscenza della iniziativa di segnalazione e sensibilizzazione da parte della cittadinanza; eccone alcune, ma vi sono molte altre sigle:

  • SAP, Sindacato Autonomo di Polizia, Via Cavour 256 – 00184 Roma
    nazionale@sap-nazionale.org
  • FSP Polizia di Stato Viale Manzoni 24/B – 00185 Roma
    segreterianazionale@fsp-polizia.it
  • UNARMA, Associazione Sindacale Carabinieri
    Via Orvinio n. 2 – 00199 Roma
    info@unarma.it

Non si tratta né di una denuncia né di una diffida, ma di una inusuale istanza da parte dei cittadini con la quale si rivolge un accorato appello al senso di responsabilità e discrezionalità nell’agire dei più alti vertici istituzionali delle Forze armate e di polizia italiane, sempre nel rispetto del loro ruolo e dello stato di diritto, ricordando però il dovere di fedeltà e dell’osservanza della Costituzione. Le lettere sono due: una per le FF.AA, i CC e la GdF, ed una lettera per il Capo della Polizia di Stato, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.
Le bozze delle lettere si possono modificare a proprio piacimento, o lasciare così come sono ed aggiungere considerazioni personali. Ci auguriamo che – nel rispetto dell’ordinamento vigente e del principio di gerarchia delle fonti – chi di dovere ricordi quanto il ricercatore storico Giorgio Giannini con grande intelligenza, sensibilità e senso civico scrisse già anni fa:

“[…] Pertanto, la resistenza dei cittadini è uno strumento fondamentale, seppure eccezionale, di garanzia dell’Ordinamento Costituzionale, anche se non è espressamente stabilita. Inoltre, il dovere di fedeltà alla Costituzione, sancito dall’art.54, comporta il dovere di non obbedire alle leggi che sono in contrasto con essa. Pertanto, quando si compiono, da parte di qualunque Organo Costituzionale, anche il Governo o il Parlamento, atti di eversione dell’ordine costituzionale, c’è non il diritto, ma il dovere di resistenza ( individuale o collettiva ed anche “attiva”, purché attuata in modo nonviolento per non ledere i diritti fondamentali di altri individui), al fine di salvaguardare le Istituzioni democratiche.”

Giorgio Giannini, Il “Diritto di resistenza nella Costituzione italiana”

Quanti più aderiranno a questa istanza-appello, tanto maggiore sarà la presa di consapevolezza che potrebbe sorgere presso i vertici, in merito al delicatissimo momento storico che stiamo vivendo. E maggiore sarà dunque la capacità di cogliere il turbamento ed il senso di incertezza che serpeggia nella società civile, la quale vive da mesi momenti di grande apprensione e stress: angoscia per il proprio futuro imprenditoriale, lavorativo, familiare. La società italiana vuole tornare a vivere, respirare e soprattutto lavorare, altrimenti rischia di sprofondare in una lunga e “buia notte”. I nostri bambini hanno diritto a tornare a scuola a settembre 2020 in condizioni di normalità, e non catapultati in un mondo pedagogico e dell’istruzione distopico fondato sulla paura dell’ignoto e del vicino di banco “untore”.

Un ribollio di dolore, rassegnazione e rabbia a stento trattenuta che rischia di esplodere da un momento all’altro. Nessuno se lo augura di certo. Ma il popolo vuole risposte concrete, basate sul buon senso ed il principio di proporzionalità, da parte di chi dovere e può agire nel rispetto della legge e dell’osservanza della Costituzione. A questa condizione vergognosa in cui siamo precipitati e non rispettosa della verità dei fatti, del principio di legalità e del prestigio storico e della ricchezza umana e culturale italiana, diciamo basta.

L’adesione a questa iniziativa è libera, autonoma, e non necessita del consenso nostro né verrà fornita alcuna assistenza o suggerimento nella preparazione ed inoltro, in quanto si fonda sulla propria responsabilità personale e sul proprio senso civico ed amor di patria, per noi, i nostri figli e le generazioni che verranno verso le quali abbiamo una enorme responsabilità morale.

Luca Scantamburlo, FVG & Valentina De Guidi, Veneto
30 aprile 2020 – aggiornamento 04 maggio 2020

Principali riferimenti bibliografici e storici
*AMATO Giuliano, 
La sovranità popolare nell'ordinamento italiano, 
in Rivista trimestrale di diritto pubblico, 1962, pp. 351-360

*GIANNINI Giorgio, http://www.pacedifesa.org/
Il "Diritto di resistenza nella Costituzione italiana"
CENTRO STUDI DIFESA CIVILE

 

8 risposte a "ISTANZA-APPELLO AI COMANDANTI FF.AA. E FORZE DI POLIZIA, DI FEDELTÀ E DIFESA DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA"

Add yours

  1. voglio aderire nel rispetto delle leggi costituzionali e’ che vengano rispettate in uguale misura dalle alte cariche e’ fare in modo che siano colpevoli dinanzi alla legge senza favoreggiamenti e’ che non siano obbligatori vaccini

    "Mi piace"

      1. Spedite il 5/5 tutte le quattro pec, con le firme di tutti i cinque membri della famiglia. Grazie ancora per il vostro continuo impegno,non siete soli!

        Piace a 1 persona

  2. Ciao condivido tutto, e chiedo come posso aderire e sé r possibile parlare con te x la Sovranità che io ho fatto un po di anni fa con un gruppo veneto ma poi si è sciolto, mi sapere dire qualcosa grazie

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: